29
Lug
1299

DEDICATO AGLI ALUNNI E AGLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE ELEMENTARI

Il progetto TVB si sviluppa dalla consapevolezza che una scelta apparentemente semplice come il bere l’acqua di rubinetto può avere grandi ripercussioni, soprattutto da un punto di vista ambientale.
Il problema dell'acqua è ai primi posti tra le emergenze del pianeta. Secondo il rapporto delle Nazioni Unite sullo sviluppo mondiale, il 33% della popolazione nel nostro pianeta non ha accesso all'acqua potabile. L'intenzione dell'ONU è dimezzare questa cifra entro il 2015, anche se la tendenza sembra andare proprio in senso opposto visto che circa 6 milioni di bambini ogni giorno muoiono per malattie legate all'acqua. E anche l'Unione europea si è impegnata a promuovere l'accesso all'acqua in Africa, Caraibi e Pacifico.
L'Italia è prima in Europa (terza nel mondo) per consumo pro capite di acqua confezionata: ogni anno si bevono più di 7 miliardi di bottiglie. Circa l’85% delle famiglie italiane acquista acqua imbottigliata, spinto dalle suggestioni di abili  pubblicità che le attribuiscono proprietà quasi miracolose, e dai pregiudizi che nutre nei confronti dell’acqua del rubinetto.

Eppure: i controlli sull’acqua dell’acquedotto sono molto più restrittivi rispetto a quelli effettuati su quella imbottigliata. A questo si aggiunga che una bottiglia d’acqua costa anche 1.000 volte più dell'acqua del rubinetto, inquina (a causa del trasporto) e contiene acqua spesso meno pura di quella dell'acquedotto.
Al tempo stesso bere l’acqua del rubinetto vuol dire ridurre in partenza la produzione di rifiuti: l’acqua imbottigliata viene distribuita prevalentemente in contenitori di plastica monouso la cui produzione e trasporto comportano uno spreco di risorse e l’emissione di agenti inquinanti, dovuto anche al fatto che, a volte, percorre centinaia di chilometri prima di arrivare sulle nostre tavole.
L’immissione al consumo degli imballaggi (così come il loro recupero) implica perciò un utilizzo energetico e la relativa emissione di CO2, a cui va aggiunto un notevole investimento economico. Dunque bere l’acqua del rubinetto è anche una “buona pratica” concreta come risposta al problema dello smaltimento dei rifiuti.

Questa operazione di valorizzazione dell’acqua dell’acquedotto può portare perciò a ridurre l’impatto ambientale dell’uso degli imballaggi in plastica (politica dei rifiuti) e garantisce un ritorno economico anche per le Amministrazioni (riduzione all’origine dei rifiuti) e per le famiglie.
Mediamente infatti si calcola che rinunciando alle confezioni in bottiglia una famiglia può risparmiare fino a 260 euro all'anno. Il che vuol dire risparmiare anche, da un punto di vista ambientale, 14 kg di plastica e 56 kg di CO2 (valori calcolati per una famiglia media di 3 componenti).
Ridurre i consumi di acqua significa anche ridurre i consumi energetici per la produzione di acqua calda sanitaria (ACS). Si stima che ridurre i consumi d’acqua del 15% comporta un risparmio energetico intorno al 2%. Il valore può sembrare trascurabile, ma è facile immaginare il risparmio di energia termica e il ritorno economico che avrebbe l’Amministrazione.

Articolazione e metodologia del percorso rivolto agli studenti
Tre incontri di due ore condotti dagli insegnanti coinvolti direttamente nella realizzazione del progetto. 

Percorso intercurriculare
Si può parlare di acqua o di ambiente in generale anche attraverso altri approcci culturali e artistici;
Nel percorso potranno, quindi, essere coinvolti altri insegnanti, e i loro studenti, desiderosi di orientare il proprio percorso artistico-culturale alla valorizzazione della risorsa idrica.

Manifestazione pubblica
Il materiale prodotto durante il percorso didattico (scritti, immagini, ecc) sarà oggetto di una presentazione pubblica alla cittadinanza che vedrà protagonisti studenti e insegnanti.
Si consiglia di effettuare la manifestazione a fine marzo quando cade la giornata mondiale dell’acqua.

Area Riservata Docenti

Accedi »

L'AREA DOCENTI È VISIBILE SOLO DAGLI UTENTI ABILITATI

Se sei un docente e desideri effettuare l'accesso a questa sezione è necessario registrarsi al portale utilizzando il modulo di registrazione ed attendere l'attivazione del profilo entro 8 ore lavorative.
Accedi »

 logo acquarete bott

Gallery

Informazioni

  • iconSede Operativa Via Luigi Santagata 57, 10156 Torino
  • iconSede Legale Via Fratelli Carle 2, Torino 10128 - P.IVA 10880480016
  • iconQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • icon(+39) 347 - 993 - 9500
Top
Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso Ulteriori Info…